Add menu

Abbonati a Sicurezza Internazionale

  • Tutti
  • Africa
    Rep. Dem. del Congo: sventato tentato colpo di Stato 
    Articoli
    21 Maggio 2024

    Rep. Dem. del Congo: sventato tentato colpo di Stato 

    Le forze governative della Repubblica Democratica del Congo (RDC) hanno sventato con successo un tentativo di colpo di Stato

    Uganda cattura esperto di bombe del gruppo ribelle legato all’ISIS 
    Articoli
    21 Maggio 2024

    Uganda cattura esperto di bombe del gruppo ribelle legato all’ISIS 

    L'esercito dell'Uganda ha catturato il comandante di un gruppo ribelle alleato all’ISIS esperto nella realizzazione di ordigni esplosivi improvvisati, che il gruppo ha utilizzato in passato per sferrare attacchi mortali

    Tunisia: centinai di cittadini protestano contro le “ingerenze straniere”
    Articoli
    20 Maggio 2024

    Tunisia: centinai di cittadini protestano contro le “ingerenze straniere”

    Centinaia di persone hanno manifestato a Tunisi, il 19 maggio, a sostegno del presidente, Kais Saied, tra critiche diffuse in patria e all'estero dopo un'ondata di arresti che hanno incluso giornalisti, attivisti e avvocati

  • America Latina
    Brasile: leader Movimento dei Lavoratori Rurali Senza Terra incontra papa Francesco
    Articoli
    21 Maggio 2024

    Brasile: leader Movimento dei Lavoratori Rurali Senza Terra incontra papa Francesco

    Il leader del Movimento dei Lavoratori Rurali Senza Terra (MST) del Brasile, Joao Pedro Stedile, ha parlato il 18 maggio con papa Francesco, durante un evento tenutosi nella Basilica di San Zeno della città di Verona, in Italia

    Argentina: conflitto diplomatico con la Spagna per dichiarazioni di Milei
    Articoli
    21 Maggio 2024

    Argentina: conflitto diplomatico con la Spagna per dichiarazioni di Milei

    Il presidente argentino, Javier Milei, ha provocato un conflitto diplomatico con la Spagna per le parole che ha rivolto al capo dell'esecutivo spagnolo, Pedro Sanchez, e a sua moglie, Begona Gomez

    Spagna richiama ambasciatore a Buenos Aires dopo tensioni con Milei
    Articoli
    21 Maggio 2024

    Spagna richiama ambasciatore a Buenos Aires dopo tensioni con Milei

    La Spagna ha richiamato il suo ambasciatore a Buenos Aires per consultazioni, dopo che il presidente argentino, Javier Milei, ha fatto commenti denigratori sulla moglie del primo ministro spagnolo

  • Asia
    Cina contro parlamentari sudcoreani e giapponesi partecipanti alla cerimonia a Taiwan
    Articoli
    22 Maggio 2024

    Cina contro parlamentari sudcoreani e giapponesi partecipanti alla cerimonia a Taiwan

    La Cina ha criticato i parlamentari sudcoreani e giapponesi per aver visitato Taiwan nonostante la propria ferma opposizione

    Giappone-USA-Corea del Sud: prima esercitazione congiunta tra Guardie Costiere
    Articoli
    21 Maggio 2024

    Giappone-USA-Corea del Sud: prima esercitazione congiunta tra Guardie Costiere

    Le Guardie Costiere di Giappone, Stati Uniti e Corea del Sud terranno la loro prima esercitazione congiunta nel mese di giugno

    Presidente filippino: “Difenderemo vigorosamente il territorio”
    Articoli
    21 Maggio 2024

    Presidente filippino: “Difenderemo vigorosamente il territorio”

    Il presidente filippino, Ferdinand Marcos Jr, ha dichiarato che il Paese “difenderà vigorosamente ciò che è suo”, riferendosi alle crescenti tensioni con la Cina sulle controversie marittime nel Mar Cinese Meridionale

  • Europa
    USA non hanno intenzione di inviare addestratori militari in Ucraina
    Articoli
    22 Maggio 2024

    USA non hanno intenzione di inviare addestratori militari in Ucraina

    Gli Stati Uniti non hanno intenzione di inviare addestratori militari in Ucraina e probabilmente lo faranno solo quando la guerra con la Russia sarà finita

    UE: a Kiev 3 miliardi l’anno dai profitti fondi russi congelati
    Articoli
    22 Maggio 2024

    UE: a Kiev 3 miliardi l’anno dai profitti fondi russi congelati

    Il Consiglio dell'Unione Europea ha concordato di utilizzare i profitti derivanti dai beni sovrani russi congelati per aiutare l'Ucraina

    Zelensky spinge alleati ad aumentare aiuti e coinvolgimento nella guerra
    Articoli
    22 Maggio 2024

    Zelensky spinge alleati ad aumentare aiuti e coinvolgimento nella guerra

    Gli alleati occidentali stanno impiegando troppo tempo per prendere decisioni chiave sul sostegno militare all'Ucraina, ha affermato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un'intervista esclusiva a Reuters

  • Medio Oriente
    Biden: “Israele non sta commettendo genocidio”
    Articoli
    21 Maggio 2024

    Biden: “Israele non sta commettendo genocidio”

    Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha difeso fermamente Israele affermando che le forze israeliane non stanno commettendo genocidio

    Ministro Esteri francese apre ad investimenti Emirati Arabi Uniti nel settore nucleare del suo Paese
    Articoli
    21 Maggio 2024

    Ministro Esteri francese apre ad investimenti Emirati Arabi Uniti nel settore nucleare del suo Paese

    Il ministro delle Finanze francese, Bruno Le Maire, ha dichiarato che la Francia è aperta agli investimenti degli Emirati Arabi Uniti nel suo settore dell'energia nucleare

    Raisi, Netanyahu, Zelensky
    Commento
    21 Maggio 2024

    Raisi, Netanyahu, Zelensky

    Alessandro Orsini riflette sulla morte di Raisi, il mandato di cattura contro Netanyahu, la situazione in Ucraina

  • Oceania
    Nuova Caledonia: arrivano centinaia di rinforzi francesi nel bel mezzo delle proteste
    Articoli
    20 Maggio 2024

    Nuova Caledonia: arrivano centinaia di rinforzi francesi nel bel mezzo delle proteste

    Centinaia di rinforzi della polizia francese sono arrivati ​​in Nuova Caledonia, nel bel mezzo dei disordini che hanno causato la morte di 6 persone nel territorio dell'Oceano Pacifico

    Rapporto IOM su migrazioni nel mondo: meno percorsi regolari
    Articoli
    08 Maggio 2024

    Rapporto IOM su migrazioni nel mondo: meno percorsi regolari

    L'Organizzazione Internazionale per la Migrazione (IOM) ha pubblicato il suo rapporto sulle tendenze migratorie globali, in cui rivela una riduzione dei percorsi regolari dai Paesi in via di sviluppo

    Isole Salomone eleggono nuovo primo ministro
    Articoli
    05 Maggio 2024

    Isole Salomone eleggono nuovo primo ministro

    I legislatori delle Isole Salomone hanno selezionato un nuovo primo ministro in una votazione segreta, scegliendo il ministro degli Esteri, Jeremiah Manele

  • Russia
    USA non hanno intenzione di inviare addestratori militari in Ucraina
    Articoli
    22 Maggio 2024

    USA non hanno intenzione di inviare addestratori militari in Ucraina

    Gli Stati Uniti non hanno intenzione di inviare addestratori militari in Ucraina e probabilmente lo faranno solo quando la guerra con la Russia sarà finita

    UE: a Kiev 3 miliardi l’anno dai profitti fondi russi congelati
    Articoli
    22 Maggio 2024

    UE: a Kiev 3 miliardi l’anno dai profitti fondi russi congelati

    Il Consiglio dell'Unione Europea ha concordato di utilizzare i profitti derivanti dai beni sovrani russi congelati per aiutare l'Ucraina

    Zelensky spinge alleati ad aumentare aiuti e coinvolgimento nella guerra
    Articoli
    22 Maggio 2024

    Zelensky spinge alleati ad aumentare aiuti e coinvolgimento nella guerra

    Gli alleati occidentali stanno impiegando troppo tempo per prendere decisioni chiave sul sostegno militare all'Ucraina, ha affermato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un'intervista esclusiva a Reuters

  • USA e Canada
  • Immigrazione
  • Commenti

Articoli

10 Gennaio 2023 11:20

Brasile: i leader mondiali condannano l’insurrezione

I principali leader mondiali hanno condannato, lunedì 9 gennaio, gli attacchi da parte dei sostenitori dell’ex presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, al Congresso, al palazzo presidenziale e alla Corte Suprema del Paese sudamericano, nella capitale federale di Brasilia. 

Il presidente americano, Joe Biden, ha dichiarato che “la situazione in Brasile è oltraggiosa”. Sul suo account Twitter, Biden ha scritto che “condanna l’assalto alla democrazia e al trasferimento pacifico del potere. Le istituzioni democratiche brasiliane hanno il pieno sostegno del Paese statunitense e la volontà del popolo brasiliano non deve essere minata”. 

Il segretario di Stato degli Stati Uniti, Antony Blinken, ha riferito che “usare la violenza per attaccare le istituzioni democratiche è sempre inaccettabile” e ha chiesto la fine immediata dell’invasione delle istituzioni democratiche del Brasile. Inoltre, il consigliere per la sicurezza nazionale statunitense, Jake Sullivan, ha dichiarato che “il presidente Biden sta seguendo da vicino la situazione e il nostro sostegno alle istituzioni democratiche brasiliane è incrollabile. La democrazia brasiliana non sarà scossa dalla violenza”.

Il capo di Stato brasiliano, Luiz Inacio Lula da Silva, che ha sconfitto Bolsonaro in una combattuta elezione il 30 ottobre 2022, ha annunciato un intervento di sicurezza federale a Brasília che durerà fino al 31 gennaio prossimo, dopo che le forze di sicurezza della capitale sono state inizialmente sopraffatte dagli invasori, l’8 gennaio. Bolsonaro ha lasciato il Brasile alla vigilia dell’insediamento di Lula e al momento si trova in Florida. 

Molti esponenti negli Stati Uniti hanno visto nelle azioni dei sostenitori dell’ex presidente dello Stato sudamericano echi dell’invasione del Campidoglio negli Stati Uniti, avvenuta il 6 gennaio 2021, e per questo motivo, hanno chiesto la sua estradizione. Il membro della commissione Affari esteri della Camera degli Stati Uniti, Joaquin Castro, ha affermato che “in questo momento Bolsonaro è in Florida, dovrebbe essere estradato in Brasile. Gli Stati Uniti non dovrebbero essere un rifugio per questo autoritario che ha ispirato il terrorismo interno sul suolo brasiliano”.

Il presidente del Cile, Gabriel Boric, ha definito l’assalto alle istituzioni brasiliane un “vile e codardo attacco alla democrazia”. Il suo omologo colombiano, Gustavo Petro, ha sostenuto che “il fascismo ha deciso di fare un colpo di Stato. È urgente che l’Organizzazione degli Stati Americani (Oas) si riunisca se vuole continuare a vivere come istituzione”. Sul suo account Twitter, il capo di Stato argentino, Alberto Fernandez, ha sottolineato che “ha impegnato il suo Paese nel sostegno incondizionato a Lula di fronte a questo tentativo di colpo di Stato che sta affrontando”. 

Inoltre, decine di ulteriori leader sono intervenuti per condannare gli attacchi a Brasilia. Francia, Venezuela, Messico, Germania, Russia, Cuba, Uruguay, Bolivia, Portogallo, Spagna, Regno Unito, Cina e Italia sono tra i Paesi i cui leader o rappresentanti hanno utilizzato le reti sociali e i canali diplomatici per esprimere solidarietà e mettersi a disposizione del governo Lula per affrontare l’insurrezione.

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha definito il Brasile “un grande Paese democratico” e si è detto fiducioso che “la volontà del popolo brasiliano e delle istituzioni del Paese sarà rispettata”. Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha dichiarato che “Lula è stato democraticamente eletto da milioni di brasiliani attraverso elezioni giuste e libere”. La leader della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha condannato con forza l’attacco alla democrazia in Brasile, etichettandolo una “grande preoccupazione per i difensori della democrazia”. Da parte delle istituzioni europee anche l’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Josep Borrell, e la presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, hanno espresso preoccupazione e denunciato le violenze avvenute nel Paese sudamericano.

Il primo ministro canadese, Justin Trudeau, ha poi condannato il comportamento violento e ha ribadito il suo supporto a Lula e alle istituzioni, aggiungendo che “il rispetto della volontà democratica del popolo è fondamentale in ogni democrazia, anche in Brasile”. Human Rights Watch ha attribuito l’attacco a una campagna pluriennale di Bolsonaro e dei suoi alleati per minare i principi democratici e diffondere affermazioni infondate di brogli elettorali. L’organizzazione ha rilasciato una dichiarazione in cui ha definito l’assalto “una violenza ripugnante alle istituzioni democratiche brasiliane da parte di persone che cercano di negare il diritto della popolazione di votare ed eleggere i leader di loro scelta, anche sollecitando un intervento militare”.

Articoli correlati

Vuoi ricevere approfondimenti e restare sempre aggiornato sulle aree geografiche di tuo interesse?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter di Sicurezza Internazionale.

    La forza di Sicurezza Internazionale

    Una redazione di esperti e un sito indipendente, costantemente aggiornato con notizie sempre verificate alla fonte e riportate in modo obiettivo.

    Scopri di più sulla redazione
    book

    Nuovi articoli ogni giorno

    Sicurezza Internazionale pubblica quotidianamente le più importanti notizie di politica internazionale.

    star

    Contenuti oggettivi

    I nostri articoli riportano sempre in modo imparziale la voce di tutti i governi del mondo.

    badge

    Fonti verificate

    I nostri contenuti sono sempre verificati alla fonte da un team di accademici specializzati.

    hat

    Una redazione di esperti

    Siamo sociologi, scienziati politici, storici, interpreti di conferenza, ricercatori e docenti universitari.

    La forza di Sicurezza Internazionale

    Una redazione di esperti e un sito indipendente, costantemente aggiornato con notizie sempre verificate alla fonte e riportate in modo obiettivo.

    book

    Nuovi articoli ogni giorno

    Sicurezza Internazionale pubblica quotidianamente le più importanti notizie di politica internazionale.

    star

    Contenuti oggettivi

    I nostri articoli riportano sempre in modo imparziale la voce di tutti i governi del mondo.

    badge

    Fonti verificate

    I nostri contenuti sono sempre verificati alla fonte da un team di accademici specializzati.

    hat

    Una redazione di esperti

    Siamo sociologi, scienziati politici, storici, interpreti di conferenza, ricercatori e docenti universitari.

    Abbonati a Sicurezza Internazionale

    Sottoscrivi un abbonamento e leggi tutti gli articoli. Disdici quando vuoi.

    Mensile

    Rinnovo automatico su base mensile

    10 / mese

    Il più conveniente

    Annuale

    Rinnovo automatico su base annuale

    80 / anno

    6,70 € al mese

    Docenti

    Rinnovo automatico su base annuale

    50 / anno

    4,17 € al mese

    Studenti

    Rinnovo automatico su base annuale

    30 / anno

    2,50 € al mese

    Forze di polizia e forze armate

    Rinnovo automatico su base annuale

    70 / anno

    5,80 € al mese

    Disoccupati e Pensionati

    Rinnovo automatico su base annuale

    30 / anno

    2,50 € al mese