Add menu

Abbonati a Sicurezza Internazionale

  • Tutti
  • Africa
    Rep. Dem. del Congo: oltre 20 persone uccise da ribelli islamisti nell’Est del Paese
    Articoli
    15 Giugno 2024

    Rep. Dem. del Congo: oltre 20 persone uccise da ribelli islamisti nell’Est del Paese

    Presunti ribelli islamisti hanno ucciso oltre 20 persone nel villaggio di Mayikengo, nel territorio di Lubero, nella provincia orientale del Nord Kivu, nella Repubblica Democratica del Congo (RDC)

    Meloni vuole presentare l’Italia come nuovo volto europeo in Africa
    Articoli
    14 Giugno 2024

    Meloni vuole presentare l’Italia come nuovo volto europeo in Africa

    L'Africa è una delle priorità dell'agenda italiana quest'anno alla riunione dei leader del G7, poiché il primo ministro, Giorgia Meloni, mira a posizionare il Paese come un hub energetico chiave tra l'Europa e il continente africano

    Libia: flussi migratori in calo in Cirenaica a causa della stretta delle forze di Haftar
    Articoli
    14 Giugno 2024

    Libia: flussi migratori in calo in Cirenaica a causa della stretta delle forze di Haftar

    A differenza della crescente crisi dei migranti nella Libia occidentale, la regione orientale della del Paese ha registrato deflussi di migranti irregolari, con l’Esercito Nazionale Libico (LNA) del generale Khalifa Haftar che sta intensificando la repressione delle reti di traffico e traffico di esseri umani

  • America Latina
    Cile chiede a Venezuela maggiore cooperazione nella lotta alla criminalità organizzata 
    Articoli
    15 Giugno 2024

    Cile chiede a Venezuela maggiore cooperazione nella lotta alla criminalità organizzata 

    Il governo del Cile ha esortato il Venezuela a compiere maggiori sforzi nella lotta contro la criminalità organizzata e ad intensificare la cooperazione con i Paesi della regione

    Brasile: Lula difende tassazione dei super-ricchi per finanziare transizione energetica
    Articoli
    14 Giugno 2024

    Brasile: Lula difende tassazione dei super-ricchi per finanziare transizione energetica

    Il presidente brasiliano, Luiz Inacio Lula da Silva, ha affermato che il mondo attualmente conta un numero record di miliardari e che, quindi, tassare i super-ricchi è il modo migliore di finanziare la transizione energetica, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo

    Venezuela: prigionieri delle carceri in sciopero della fame
    Articoli
    14 Giugno 2024

    Venezuela: prigionieri delle carceri in sciopero della fame

    I detenuti in più di 50 carceri e centri di detenzione preventiva in Venezuela hanno iniziato questa settimana uno sciopero della fame per protestare contro i ritardi procedurali e le cattive condizioni carcerarie

  • Asia
    Papa Francesco al G7: “Dignità umana deve essere al centro sviluppo IA” 
    Articoli
    15 Giugno 2024

    Papa Francesco al G7: “Dignità umana deve essere al centro sviluppo IA” 

    Papa Francesco ha chiesto ai leader mondiali di mantenere la dignità umana al centro dello sviluppo e dell'uso dell'intelligenza artificiale

    Corea del Nord critica affermazioni Consiglio di Sicurezza su violazione diritti umani
    Articoli
    15 Giugno 2024

    Corea del Nord critica affermazioni Consiglio di Sicurezza su violazione diritti umani

    La Corea del Nord ha espresso, il 14 giugno, forte malcontento riguardo alla riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC) riguardante la situazione dei diritti umani a Pyongyang

    G7 avverte Iran: “Non avanzi nell’arricchimento uranio o ci saranno ripercussioni”
    Articoli
    14 Giugno 2024

    G7 avverte Iran: “Non avanzi nell’arricchimento uranio o ci saranno ripercussioni”

    Il Gruppo dei Sette (G7) ha avvertito l'Iran di non avanzare nel suo programma di arricchimento nucleare

  • Europa
    Papa Francesco al G7: “Dignità umana deve essere al centro sviluppo IA” 
    Articoli
    15 Giugno 2024

    Papa Francesco al G7: “Dignità umana deve essere al centro sviluppo IA” 

    Papa Francesco ha chiesto ai leader mondiali di mantenere la dignità umana al centro dello sviluppo e dell'uso dell'intelligenza artificiale

    L’Italia ha finito armi e soldi: parola di Crosetto
    Commento
    15 Giugno 2024

    L’Italia ha finito armi e soldi: parola di Crosetto

    Alessandro Orsini riflette sul G7 e la risposta di Crosetto alle nuove richieste di Stoltenberg

    Putin: “Cesseremo il fuoco se Ucraina si ritirerà da 4 regioni”
    Articoli
    15 Giugno 2024

    Putin: “Cesseremo il fuoco se Ucraina si ritirerà da 4 regioni”

    Il presidente russo, Vladimir Putin, ha dichiarato che Mosca cesserebbe il fuoco e avvierebbe i colloqui di pace solo se l’Ucraina si ritirasse dalle quattro regioni rivendicate dal Cremlino

  • Medio Oriente
    Hamas: “Nessuno ha idea di quanti ostaggi siano ancora vivi”
    Articoli
    15 Giugno 2024

    Hamas: “Nessuno ha idea di quanti ostaggi siano ancora vivi”

    Nessuno ha idea di quanti dei 116 ostaggi ancora trattenuti nella Striscia di Gaza siano ancora vivi, ha dichiarato l’ufficiale senior di Hamas, Osama Hamdan

    G7 avverte Iran: “Non avanzi nell’arricchimento uranio o ci saranno ripercussioni”
    Articoli
    14 Giugno 2024

    G7 avverte Iran: “Non avanzi nell’arricchimento uranio o ci saranno ripercussioni”

    Il Gruppo dei Sette (G7) ha avvertito l'Iran di non avanzare nel suo programma di arricchimento nucleare

    Onu e gruppi umanitari chiedono a Houthi di rilasciare immediatamente operatori trattenuti
    Articoli
    14 Giugno 2024

    Onu e gruppi umanitari chiedono a Houthi di rilasciare immediatamente operatori trattenuti

    I direttori di 6 agenzie delle Nazioni Unite e 3 organizzazioni umanitarie internazionali hanno lanciato un appello congiunto per chiedere ai ribelli Houthi dello Yemen il rilascio immediato di 17 membri del loro personale

  • Oceania
    Cina-Nuova Zelanda: accordi relativi a commercio e cambiamento climatico
    Articoli
    13 Giugno 2024

    Cina-Nuova Zelanda: accordi relativi a commercio e cambiamento climatico

    La Nuova Zelanda e la Cina hanno firmato, il 13 giugno, accordi relativi al commercio e al cambiamento climatico

    Il premier cinese si recherà in visita in Australia, Nuova Zelanda e Malesia
    Articoli
    12 Giugno 2024

    Il premier cinese si recherà in visita in Australia, Nuova Zelanda e Malesia

    Il premier cinese, Li Qiang, visiterà la Nuova Zelanda, l'Australia e la Malesia a partire dal 13 giugno, stando a quanto annunciato dai rappresentanti del governo cinese

    I fatti più importanti di maggio 2024
    Approfondimento
    01 Giugno 2024

    I fatti più importanti di maggio 2024

    I fatti internazionali più importanti accaduti nel mese di maggio 2024

  • Russia
    L’Italia ha finito armi e soldi: parola di Crosetto
    Commento
    15 Giugno 2024

    L’Italia ha finito armi e soldi: parola di Crosetto

    Alessandro Orsini riflette sul G7 e la risposta di Crosetto alle nuove richieste di Stoltenberg

    Putin: “Cesseremo il fuoco se Ucraina si ritirerà da 4 regioni”
    Articoli
    15 Giugno 2024

    Putin: “Cesseremo il fuoco se Ucraina si ritirerà da 4 regioni”

    Il presidente russo, Vladimir Putin, ha dichiarato che Mosca cesserebbe il fuoco e avvierebbe i colloqui di pace solo se l’Ucraina si ritirasse dalle quattro regioni rivendicate dal Cremlino

    NATO sta adattando arsenale nucleare alle minacce alla sicurezza
    Articoli
    14 Giugno 2024

    NATO sta adattando arsenale nucleare alle minacce alla sicurezza

    In un raro riferimento all'arsenale nucleare occidentale, il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, ha sottolineato gli sforzi dell'alleanza per adattare le proprie capacità alle attuali minacce alla sicurezza

  • USA e Canada
  • Immigrazione
  • Commenti

Articoli

08 Aprile 2023 06:31

Trapelati documenti riservati degli Stati Uniti sulla guerra in Ucraina

Il quotidiano statunitense New York Times ha reso noto, il 6 aprile, che sulle piattaforme social sono circolati documenti segreti che forniscono dettagli sui piani degli Stati Uniti e della NATO per aiutare l’Ucraina a preparare la controffensiva primaverile contro la Russia. Il medesimo giorno, il Ministero della Difesa degli USA ha fatto sapere che sono in corso accertamenti e valutazioni per determinare la violazione della segretezza e sicurezza del Dipartimento, nonché al fine di comprendere quali figure possano esservi dietro. 

“Siamo a conoscenza delle segnalazioni di post sui social media e il Dipartimento sta esaminando la questione”, ha dichiarato la vice segretaria stampa, Sabrina Singh. I documenti sono stati diffusi su Twitter e Telegram e, secondo quanto riportato New York Times (NYT), contengono grafici e dettagli sulle consegne di armi, sulla forza dei battaglioni e altre informazioni sensibili. I documenti, alcuni de quali erano contrassegnati dall’etichetta “top secret”, sono stati fatti circolare da canali governativi filorussi, ha riportato la testata qatariota al-Jazeera. Le informazioni contenute nei documenti risalgono ad almeno cinque settimane fa e le più recenti al primo marzo. I piani non forniscono dettagli specifici, come la data in cui l’Ucraina prevede di lanciare l’offensiva. 

Uno dei documenti riassumeva i programmi di addestramento di 12 brigate da combattimento ucraine. Da quanto appreso, nove di queste sarebbero state addestrate dalle forze statunitensi e della NATO. Per tali operazioni, si stima siano necessari circa 250 carri armati e più di 350 veicoli meccanizzati, ha riferito il NYT. I file contengono anche informazioni dettagliate sui tassi di spesa per le munizioni dell’Esercito ucraino, compresi i razzi HIMARS, i sistemi di artiglieria di fabbricazione statunitense che si sono dimostrati altamente efficaci contro le forze russe. “All’occhio esperto di un pianificatore di guerra russo, di un generale sul campo o di un analista di intelligence, i documenti offrono senza dubbio molti indizi e intuizioni allettanti”, ha dichiarato il NYT.

Non è chiaro come i dati siano finiti sui social media, sebbene siano stati principalmente i canali governativi filo-russi ad aver condiviso e fatto circolare le diapositive, hanno spiegato gli analisti militari al NYT. Nel rapporto del NYT sono stati anche citati avvertimenti di analisti militari. Secondo questi ultimi, i file sembrerebbero essere stati modificati in alcune sezioni, avvertendo che potrebbero fare parte di una campagna di disinformazione russa. In particolare, gli esperti avevano fatto riferimento alle parti riguardo alle vittime militari, con le stime USA dei morti di guerra ucraini gonfiate a fronte della minimizzazione di quelle russe. Ad esempio, una delle diapositive afferma che erano stati uccisi e/o feriti da 16.000 a 17.500 soldati russi, aggiungendo che l’Ucraina aveva subito 71.500 morti tra le proprie truppe. In tal contesto, è importante precisare che il Pentagono e altri analisti hanno stimato che la Russia avrebbe subito un numero maggiore di vittime, con circa 200.000 morti e feriti, mentre le stime per l’Ucraina si aggirano intorno a 100.000 morti e feriti. 

Nonostante tali discrepanze, secondo analisti citati dal NYT, alcune parti dei documenti sembravano autentiche, fornendo quindi a Mosca informazioni preziose come i calendari per la consegna di armi e truppe, nonché i numeri riguardo al quantitativo di soldati ucraini dispiegati in certe aree. Infine, è importante sottolineare che la fuga di notizie del 6 aprile ha rappresentato la prima “svolta” dell’intelligence russa resa pubblica dall’inizio del conflitto, il 24 febbraio scorso. Per tutta la durata della guerra, gli Stati Uniti hanno fornito all’Ucraina informazioni su posti di comando, depositi di munizioni e altri nodi chiave delle linee militari russe. Lo scambio di tali informazioni in tempo reale hanno permesso a Kiev di colpire con successo le forze russe, uccidere alti generali e costringere a spostare i rifornimenti di munizioni lontano dalle linee del fronte russo, anche se i funzionari statunitensi affermano che l’Ucraina ha svolto il ruolo decisivo nella pianificazione e nell’esecuzione di questi attacchi.

Articoli correlati

Vuoi ricevere approfondimenti e restare sempre aggiornato sulle aree geografiche di tuo interesse?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter di Sicurezza Internazionale.

    La forza di Sicurezza Internazionale

    Una redazione di esperti e un sito indipendente, costantemente aggiornato con notizie sempre verificate alla fonte e riportate in modo obiettivo.

    Scopri di più sulla redazione
    book

    Nuovi articoli ogni giorno

    Sicurezza Internazionale pubblica quotidianamente le più importanti notizie di politica internazionale.

    star

    Contenuti oggettivi

    I nostri articoli riportano sempre in modo imparziale la voce di tutti i governi del mondo.

    badge

    Fonti verificate

    I nostri contenuti sono sempre verificati alla fonte da un team di accademici specializzati.

    hat

    Una redazione di esperti

    Siamo sociologi, scienziati politici, storici, interpreti di conferenza, ricercatori e docenti universitari.

    La forza di Sicurezza Internazionale

    Una redazione di esperti e un sito indipendente, costantemente aggiornato con notizie sempre verificate alla fonte e riportate in modo obiettivo.

    book

    Nuovi articoli ogni giorno

    Sicurezza Internazionale pubblica quotidianamente le più importanti notizie di politica internazionale.

    star

    Contenuti oggettivi

    I nostri articoli riportano sempre in modo imparziale la voce di tutti i governi del mondo.

    badge

    Fonti verificate

    I nostri contenuti sono sempre verificati alla fonte da un team di accademici specializzati.

    hat

    Una redazione di esperti

    Siamo sociologi, scienziati politici, storici, interpreti di conferenza, ricercatori e docenti universitari.

    Abbonati a Sicurezza Internazionale

    Sottoscrivi un abbonamento e leggi tutti gli articoli. Disdici quando vuoi.

    Mensile

    Rinnovo automatico su base mensile

    10 / mese

    Il più conveniente

    Annuale

    Rinnovo automatico su base annuale

    80 / anno

    6,70 € al mese

    Docenti

    Rinnovo automatico su base annuale

    50 / anno

    4,17 € al mese

    Studenti

    Rinnovo automatico su base annuale

    30 / anno

    2,50 € al mese

    Forze di polizia e forze armate

    Rinnovo automatico su base annuale

    70 / anno

    5,80 € al mese

    Disoccupati e Pensionati

    Rinnovo automatico su base annuale

    30 / anno

    2,50 € al mese